Il potere dei social è ormai un fatto scontato

Ormai non ci sono più dubbi, i social hanno potere sul marketing di molte, moltissime aziende.

Analizziamo la cosa prendendola un po’ alla larga: quando vediamo una notizia, o la presentazione di un prodotto reale o finto che sia su Facebook la diamo ormai per scontata.

Un recente studio ha analizzato che pochissime persone si pendono la briga di analizzare la veridicità dell’informazione che passa sui social.

Allo stesso modo, moltissime aziende hanno deciso di investire gran parte del loro budget in pubblicità sui social, primo fra tutti Facebook.

Questa è la reale dimostrazione che il settore social è cresciuto esponenzialmente negli anni. A dimostrazione di questa affermazione si possono analizzare le rendite ottenute da coloro i quali hanno investito in azioni della social agency più famosa al mondo.

I profitti ottenuti dalle azioni della società negli ultimi anni sono un dato di fatto. La crescita è stata continua e costante (con poche, pochissimi battute d’arresto limitate nel tempo).

La gran parte dei profitti di Facebook viene dalla gestione delle pubblicità a pagamento, settore su cui la maggior parte delle aziende al mondo, tra cui anche quelle italiane, investe costantemente.

Ma come sarà il settore social nel futuro?

Si sta ultimamente parlando di rendere i social a gestione governativa e naturalmente la cosa fa rabbrividire sotto moltissimi punti di vista: per prima cosa la privazione della libertà di espressione, la manipolazione

dell’informazione, il controllo dei dati personali. Allo stesso modo ci si chiedeche se tutto ciò possa continuare a rimanere in mano di privati che ricavano ogni giorno profitti enormi dalla gestione di Facebook e naturalmente, di tutti gli altri social.

Come tutelare i propri investimenti in azioni sui social

Naturalmente non è possibile prevedere il futuro, ma è opportuno tenere continuamente sotto stretta osservazione le azioni finanziarie investite sui social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *